Trent’anni fa

un solo Muro divideva una città, un continente e un mondo.

Oggi i muri sono dappertutto
Tra le persone, i quartieri, i paesi e i popoli.
Sono muri diversi, materiali e immateriali.
Ma la loro relazione è intima.


In vista del 30° anniversario della caduta del Muro di Berlino del prossimo 9 novembre, alcune riflessioni sulla realtà dei muri che stiamo vivendo.
 
I muri che ci stanno togliendo la libertà. Stanno distruggendo la nostra umanità e la nostra capacità di promuovere il pieno rispetto dei diritti umani fondamentali di ogni persona.
 
Ma i muri non cadono da soli. Serve la pressione di tanti.
 
Per questo abbiamo deciso di promuovere il 9 novembre una Giornata nazionale di mobilitazione contro i muri della vergogna. Molte persone, gruppi, associazioni, Enti Locali e scuole hanno raccolto questo invito. Ma non è che l’inizio.

I muri ci stanno facendo molto male. Ci stanno impedendo di risolvere i problemi che più ci assillano e ci minacciano
Un programma costruttivo per e con i giovani del 2030

Cosa deve fare la scuola per preparare i ragazzi e le ragazze a vivere un tempo in continuo divenire, denso di rischi e opportunità ancora oggi inimmaginabili? Come può la scuola aiutarli a crescere in consapevolezza e capacità, autonomia e responsabilità? Come si deve trasformare l’educazione per consentire ai nostri giovani di realizzare i propri diritti? Un percorso di ricerca e azione che si svilupperà nel corso dei prossimi 10 anni per formare nel miglior modo possibile i cittadini del mondo di domani.

Un programma cittadino di educazione alla cittadinanza inspirato a San Francesco, uomo della pace e della nonviolenza. Ul programma che si propone di rafforzare ed estendere l’educazione alla cittadinanza/educazione civica dei bambini e delle bambine, dei ragazzi e delle ragazze della città di Assisi mediante la conoscenza di Francesco d’Assisi, patrono d’Italia, i suoi gesti e i suoi esercizi di pace, fraternità e dialogo.
Un programma di Educazione alla Cittadinanza realizzato insieme alle scuole e al Comune di Città di Castello, per far crescere nelle ragazze e nei ragazzi del territorio il senso di appartenenza alla comunità, la loro coscienza civica, la conoscenza, l’apprezzamento e la cura della propria realtà culturale e ambientale, la memoria e il legame con le generazioni che li hanno preceduti, un rapporto positivo con il resto del mondo.
Educazione alla cittadinanza intesa come sfondo integratore del curriculo ovvero di tutte le attività educative e le discipline, elemento chiave dell’identità di ogni scuola.
Un percorso per costruire un patto educativo cittadino.
Investire sui giovani, scommettere sui giovani, prenderli sul serio, chiamarli a fare la propria parte, dare loro adeguate opportunità, aiutarli a diventare sempre più consapevoli e responsabili è uno dei compiti più urgenti della nostra società.
Per questo dobbiamo investire sulla loro educazione e formazione. Tutti siamo chiamati a fare i conti con questa responsabilità collettiva: famiglie, scuole, città, media, organizzazioni della società civile. Un programma nazionale per sperimentare nuovi progetti di educazione alla cittadinanza mediante il Service-Learning e la rete tra scuole e Comuni

9 novembre 2019 – Prima Giornata di mobilitazione contro tutti i muri

Come si abbattono i muri?

SCUOLA: Liceo Attilio Bertolucci di Parma 

 

Francesco Silvestri Cusma

Un giorno particolare

SCUOLA: ISIS “A. MALIGNANI”di UDINE

 

Il 16 marzo 2018 per me è stato un giorno particolare. Con altre scuole della regione, ci siamo incontrati in un luogo simbolo del nostro territorio: le trincee della I Guerra mondiale.

Inizialmente sembrava di essere ad una gita con gli zainetti in spalla, i canti, la musica, ma subito dopo mi sono reso conto che così non era. Quella non era una gita come altre fatte durante questi anni di scuola. Ero circondato da tanti ragazzi ed adulti che sventolavano le bandiere della pace, dei diritti umani. L’emozione si è impadronita di me. Mi sono reso conto che ero fuori dall’aula scolastica, con l’umidità e la pioggia che infastidivano il mio cammino, ma soprattutto

 

CONTINUA A LEGGERE

A 100 anni dalla Grande Guerra

NELLE TRINCEE

SCUOLA: Istituto Comprensivo di Cividale del Friuli

 

FOTO GALLERY

Le scuole alla Marcia della pace e della fraternità #PerugiAssisi del 7 ottobre 2018

VIDEO GALLERY

Se vogliamo avere un futuro, dobbiamo rafforzare la nostra risorsa più importante: i giovani!

Insegnare i diritti umani

Giovani costruttori di pace

Linee

Guida

Le Linee Guida per l’Educazione alla Pace e alla Cittadinanza Glocale. Il documento è frutto del lavoro di un gruppo di 162 insegnanti impegnati in un programma originale di formazione e ricerca, denominato “La pace si insegna e si impara”, che si è svolto tra il 2015 e il 2017 nel Friuli Venezia Giulia.

Educare

Oggi

Documento finale del Corso di formazione e ricerca “Educare, oggi” che si è svolto il 16 e 17 novembre 2018 presso il Sacro Convento di San Francesco d’Assisi

Il Quaderno dei Diritti Umani

Ti racconto come nasce la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani.

Iscriviti alla newsletter